Un anno dopo…

Ogni anno ci metto mesi a scrivere il post sul viaggio estivo precedente.

Perché cambiare proprio ora.?!?

Dopo l’Africa e l’America del Nord avevamo tanta voglia di Europa.

E allora Loira, Bretagna, Normandia, Parigi.

Un viaggio che ci ha sorpreso per la potenza di quello che abbiamo visto.

Pensi di conoscere tutto perché sei vicino a casa e invece tutto è così diverso da vincere e da sorprenderti completamente. Diverso anche dalla volta precedente in cui l’avevi visto…

Ed è troppo per parlarne, per scriverne.

Troppa storia, troppi incontri, troppi luoghi, troppi gusti, troppi…

E il clima che è il padrone di tutto. Che cambia la tua giornata, che cambia le tue prospettive. Così imprevedibile, così potente. Sole, vento, acqua… e poi ancora sole. Splende, scalda, si fa desiderare, arriva e sparisce di nuovo lasciandoti in balìa del freddo e della pioggia.

Potrebbero nascere tanti racconti, tanti temi.

Non so neppure scegliere le foto.

Dopo un anno alcuni ricordi sbiadiscono, altri emergono prepotenti.

Che emozione devo seguire?